Loading the content...
Navigation
Tag archives for:

armani casa

La Madreperla di Milano

Text Carlo Mazzoni
@carlomazzoni

 

Nel 2000 nasceva Armani/Casa: la morbidezza dei volumi, uno stile lineare, tra lana e lino e i giochi di parole. I colori ispirati ai riflessi dell’acqua componevano divani allungati, monocromatici e sfumati, pareti in damaschi di seta grigia che poi confondi con il cemento industriale, tavoli in legno lavorato ad avorio. L’immaginario di una borghesia che entrando si riscopriva poliglotta. Rispetto a Venezia, Roma e Firenze, i codici estetici di Milano avevano sempre, prima di allora, patito l’architettura fascista: tutto un tratto il mondo li riconosceva moderni.

I negozi di Armani/Casa sono specifici per quei distretti dedicati ai professionisti – solo in tre città aprono vetrine in strada: Milano, Parigi – e Londra da poche settimane, battezzato da Cate Blanchett in vece della Regina. Il dettaglio è un mosaico di madreperla che corre lungo gli spigoli, entra in contrasto con le pareti di stoffa che, come le giacche da uomo, toccano tutte le sfumature dell’oro. I marmi rosa e verdi si mescolano ai grigi, agli arancioni, ai verdi acidi e cangianti, ai blu azzurri della sfilata. In un discorso di moda oggi imperniato sui materiali, sulle pietre e sulle consistenze diverse di tessuto e marmo, questo ragionamento sulla madreperla dedicato ad Armani può segnarne una sintesi.

Oggetti e arredi sono stati presentati in un esercizio di alfabeto. Per ogni collezione una lettera: nel 2006, i divani Traviata, Tristano e Tarquinio, la poltrona Tchaikosky e il puf Talete. Sono poi apparsi in sincronia i tavoli Melrose e le libreria Musa – la collezione della E è quella della foglia in ferro dorato nominata Erika, per lettera L c’è il comodino Larry e il letto Land. Quest’anno, nel 2018, la lettera N – il tavolino Net, la lampada Notte, i vasi Narciso. In pochi si sono accorti di un virtuosismo da collezionista.

Armani/Casa

Milano, Corso Venezia 14 – Italy
Londra, 37 Sloane Street – UK
Parigi, 195 Boulevard Saint-Germain – France

armanicasa.com

Courtesy Press Office

Armani/Casa – Salone del Mobile 2018

Text Lampooners

 

Se l’architettura ha il compito di creare soluzioni di grande effetto che modulano con simmetria gli spazi, «Il mio compito – dice Giorgio Armani – è quello di dare loro vita attraverso la mia sensibilità estetica». In occasione del Salone del Mobile, le quindici vetrine, ognuna in una tinta diversa – rosso, verde, indaco e petrolio – diventano sofisticate box colorate, al centro delle quali sono posizionati oggetti iconici della collezione riprodotti in scala gigante su perspex retrostampato con effetto tridimensionale. Il lusso ricercato e sottile dei materiali preziosi e la cura del dettaglio permeano l’intero spazio. All’interno i colori ritornano, catalizzando l’attenzione, nel rivestimento in seta Nîmes che separano le varie ambientazioni, nei cubi in perspex colorato per il display degli accessori, nei mobili e complementi. A testimonianza del legame profondo tra moda e design, nasce la piccola collezione loungewear per uomo e donna ispirata all’ambiente della casa. Vestaglie, pigiami e foulards in raso di seta in quattro varianti di colore, sono stati pensati appositamente per il Salone del Mobile 2018.

 

www.armani.com

Courtesy of Press Office

www.giorgioarmani.com – @giorgioarmani