Loading the content...
Navigation
Tag archives for:

concrete

CONCRETE

Testo Adelaide Striano
@adelaide_striano

 

La mostra Concrete di Federico Torra, fotografo d’architettura, inaugurata giovedì 23 marzo presso Blanka Studio Fotografia, presenta architetture definite e contrastate da tagli di luce che delineano la forma e risatano la matericità. Le fotografie di Federico Torra sono frammenti di paesaggio, schegge visive prelevate dallo scorrere del tempo e riportate a composizioni sulle quali lo sguardo si posa. Edifici, muri e scale, diventano forme, con l’aiuto complice della luce che chiarifica o disorienta, di volta in volta, dando e togliendo tridimensionalità alla composizione. L’inquadratura soddisfa gli occhi, ma allo stesso tempo lascia la libertà a chi guarda di proseguire oltre, per immaginare un vuoto che si riempie di un rigore quotidiano. Dopo gli studi in Storia dell’arte contemporanea, Federico Torra frequenta a Milano il Cfp Bauer dove si specializza in fotografia, affinando la sensibilità del suo sguardo. Sensibilità di chi sceglie ancora la fotografia analogica come strumento di concentrazione e immersione, per non sprecare immagini, in un lavoro di costante sintesi minimale. Le fotografie in mostra ci raccontano di architetture e strutture che si liberano della loro materia per avvicinarsi all’idea stessa di sé, in un approssimarsi progressivo all’astrazione: l’immagine va via via a ripulirsi del superfluo per tornare all’essenziale.

 

Da dove nasce questa mostra?

«Questa mostra nasce dal lavoro degli ultimi tre anni nei quali ho fotografato architetture cercando di distaccarmi dalla fotografia canonica di architettura. Delle architetture conosciute, che ho studiato e ricercato, ho voluto cogliere gli aspetti più anonimi e ordinari nei quali gli edifici si mostrano con le loro debolezze e con il loro aspetto quotidiano, concreto appunto. Partendo da questi angoli anonimi, muri scrostati ho provato ad andare oltre alla pura rappresentazione ordinata di un’architettura, ho cercato di estrarre le linee e le geometrie del progetto per provare a portare la rappresentazione su un piano bidimensionale, quasi astratto». 

 

Che percorso ha avuto la passione per la fotografia?

«E’ iniziata da piccolo, guardando le fotografie che mio padre scattava durante i viaggi di lavoro, che venivano proiettate a casa come se fosse un piccolo cinema privato. Rimanevo affascinato da come tutto, forse perché si trovava dall’altra parte del mondo, sembrasse differente: le persone, ma anche le strade, le case, le automobili. Oggi siamo bombardati di immagini che troviamo ovunque e ogni luogo, anche se lontano, sembra essere uguale agli altri. Con la fotografia cerco di limitare questa anestesia. L’uso della pellicola e l’attesa prima di vedere una fotografia mi aiuta a concentrarmi, a selezionare a priori quello che mi interessa e che voglio rimanga impresso». 

 

Quali sono le sue fonti di ispirazione ?

«Sulle fonti di ispirazione è sempre difficile rispondere, avendo studiato storia dell’arte all’università e successivamente fotografia le fonti da citare sarebbero probabilmente troppe. Diciamo che le mie fotografie possono essere viste come un lento processo di assimilazione tra le mie esperienze visive e gli artisti e fotografi che ho studiato nella mia formazione».

 

Cosa vuole trasmettere con la fotografia?

«Una sensazione di calma e irrealtà nel quale l’osservatore possa ritrovare qualcosa di familiare ma allo stesso tempo misterioso. Una fotografia che, pur utilizzando un rigore formale, non risulti fredda e distante».

 

Ha dei progetti futuri indirizzati verso il mondo della fotografia?

«Dopo aver fotografato gli esterni di architetture conosciute, vorrei concentrarmi sugli interni privati, su come le persone diano forma all’abitare. Sto lavorando a questo progetto da un anno e spero presto di potergli dare una forma definita». 

CONCRETE

24 marzo – 9 aprile 2017
c/o Blanka Studio Fotografia
via privata Pomezia, 1 – Milano
Su appuntamento
scrivere a info@blankastudio.it

 

Images courtesy of Federico Torra
 
Back to top