Loading the content...
Navigation
Tag archives for:

danilo paura

For a better skateboard feel and style

Text Angelo Ruggeri
@angelorug

 

C’è un posto a Los Angeles che i ragazzi della zona chiamano The Underground. Non è molto conosciuta, è come se fosse una location segreta, ritrovo di pochi eletti. È a pochi chilometri da Venice Beach, la spiaggia infinita. Tutti i turisti pensano che Venice Beach sia il ritrovo più famoso degli skater californiani. E invece no. The Underground padroneggia su tutto. Rampe colorate da murales di lettering, panchine scolorite dal sole, e migliaia di tavole da skateboarding.

C’è sempre un grande odore di Cannabis, lì. Ma in California, oggi, fumarla è legale. Anzi, dicono che faccia bene, per combattere lo stress. Di certo, questi skater lo stress lo combattono con le gare su tavola. Come zanzare schizofreniche si lanciano all’impazzata giù dalla collinetta di cemento e saltano, si voltano, a volte cadono, e fanno roteare lo skate al limite della fisica. Le tavole migliori sono quelle realizzate in legno, perché: «Resistono agli urti e viaggiano», racconta uno di loro. A che velocità? «Anche a trenta chilometri orari, con il giusto vento e la giusta inclinazione». Lo skateboarding è una vera e propria arte, un po’ come la musica. «Molti lo descrivono come uno sport», continua. «Ma è sbagliato. Io vivo per lo skate. Ragiono con lo skate in mano e nella mente. ‘Skatare’ è la mia filosofia di vita».

Non a caso, il mondo della moda, questa notizia l’ha capita qualche anno fa. E ha iniziato, per l’occasione, a collaborare con questa realtà. L’ultima proposta viene da Superga, che ha collaborato con Daniele Paura, fondatore e mente creativa dell’omonimo marchio di streetwear. Il creativo, che da sempre strizza l’occhio all’universo skate, ha reinterpretato l’iconica sneaker Superga 2750, con suola in gomma naturale vulcanizzata, che diventa mega. Per correre su tavola.

In vendita su superga.com e in alcuni monomarca selezionati.

Cover by Matteo Paganelli
mpaga.it – @matteopaga

Image courtesy of Press Office
isabellaerrani.com – @studioerrani