Loading the content...
Navigation
Tag archives for:

dior voyage abstract

Dior, in un viaggio

ABSTRACT JOURNEY, DIOR HC AW17-18 – video Manon Gicquel

Text Lampooners

 

Nel moodboard della sfilata c’è una sorta di mappa. È l’opera dell’incisore Albert Decaris contenuta in un libro del 1953 in cui veniva raccontata la filosofia della maison. Insieme alla presenza e allo spirito del couturier che era solito ripetere: «Una collezione completa deve rivolgersi a tutti i tipo di donne di tutti i paesi».

A fare da contraltare, un altro frammento di passato. Le emozioni. La sfilata Haute Couture autunno-inverno 2017-18 di Dior è un viaggio. Di emozioni. Sono nate dal nome di un abito, da una forma precisa, da una foto dimenticata. Ognuno dei sessantasei abiti dello show conserva al suo interno un frammento dell’universo di Dior. In un tessuto, in una piega, in una silhouette, in un ricamo. Ogni outfit è un dialogo estetico tra passato e presente, con una costante: la severità d’insieme, scandita dal grigio in tutte le sue sfumature, perché come scrisse monsieur Dior nel Little Dictionary of Fashion, è: «The most convenient, useful and elegant neutral color».

Christian Dior rifletteva molto sulle donne e sulle loro caratteristiche. Era un uomo che amava circondarsi di donne. Il suo modo di vestire le donne nasceva da come lui stesso si vestiva. Lavorava sul loro daywear partendo da un background maschile di giacche tailoring, di architetture precise. Come il portrait d’insieme della collezione, il racconto di una parata di donne viaggiatrici, emancipate. Come silhouette, figlie di un certo vocabolario classico della couture. Tradizionale.

Cover by Sarah Moon

Image and video courtesy of Press Office
dior.com – @dior