Loading the content...
Navigation
Tag archives for:

editor’s letter

Editor’s Letter – Dionysus

L: lina hoss, cape chanel, Photography Nikolay Biryukov; nastya sten, dress chanel, Photography Kahn & Selsenick; harleth kuusik, jacket louis vuitton, Photography Ralph Mecke

Text Carlo Mazzoni
@carlomazzoni

 

A dicembre, a tre mesi dall’apertura, duecentocinquanta mila biglietti d’ingresso erano già stati staccati per la mostra di Caravaggio, al Palazzo Reale di Milano. Non era più possibile prenotare la visita – tutti i posti esauriti fino al 28 gennaio, giorno di chiusura. L’unica possibilità per entrare era mettersi in coda.

Dalle ombre del Merisi nascono gli scintillii di Sølve Sundsbø, da un baratro di rocce scure sorge la Torre d’Avorio di un’Infanta Imperatrice de La Storia infinita – per interpretarla, abbiamo voluto Lina Hoss. La moda di questa primavera è composta di luccichii e bagliori che nascono dai chiaroscuri, dal buio di un inverno concluso. Nel corso del 2018, Fendi sostiene il progetto di catalogo digitale di tutte le opere del Caravaggio, lavorando con la direzione della Galleria Borghese – insieme a un programma di mostre nei musei del mondo, per i prossimi due anni.

Caravaggio, divino e demoniaco. La massima grazia dell’arte e una vita in rivolta, contro i costumi e contro la legge. Dipinse la santità e visse la sensualità – i suoi quadri turbano, perché nessun altro fu così capace di produrne la sintesi. Un dio greco gli fece da eco, scusate la rima – il titolo è Dionysus, ed è un invito a reagire contro quest’epoca di Trump: un momento vago per la cultura e per la civiltà americana, in balia di un sexy trash che appare addirittura su Love mentre sarebbe meglio rimanesse esclusivo della sua alcova d’orgine, nei pressi dell’indirizzo delle sorelle Kardashian.

Il sesso per Caravaggio è un fare sincero. Libero, perverso e promiscuo – o anche cattolico, prolifico e simbolico – sempre potente. In Italia come in Europa, si evince un calo dell’uso dei preservativi tra i ragazzi giovani ed eterosessuali, convinti che di AIDS non si muoia più. Dionysus è la divinità dell’estasi orgasmica e orgiastica: fate l’amore con chi volete, provate tutto quelle che c’è da provare, prima lo fate meglio è – l’unica regola che vale in amore è il preservativo. I preservativi si usano: sono la prima forma di rispetto verso voi stessi, verso chi vi piace – e verso una donna.

Dioniso indossa le scarpe Armadillo di Alexander McQueen. L’Italia è rimasta a bocca aperta davanti a un ragazzo di vent’anni, Damiano, front man dei Maneskin, che ha eccitato il paese – donne, nonne, uomini, incerti – compresa Alba Parietti. Damiano ha gli occhi truccati, le guance scavate, la sensualità della pelle – salirà su quel palco con le scarpe di McQueen.

Credere nella bellezza significa credere nel sudore: della pelle, della fatica, del lavoro. La sincerità è la leva per spostare i pesi della bilancia. «Da qualche parte lassù c’è una stella con sopra il tuo nome. Forse non sarò capace di aiutarti a trovarla, ma le mie spalle sono forti e puoi salirci sopra mentre la cerchi» – è Dioniso che sta parlando a Caravaggio. Proprio come quel gigante di Gil Reyes per dare nuova forza ad Andre Agassi.

From The Fashionable Lampoon Issue 12 – Dionysus