Loading the content...
Navigation
Tag archives for:

fieramilanocity

L’Art Week milanese

Text Rocco Moliterni

 

A ventitré anni si è più che maggiorenni e di questa raggiunta maturità si attende conferma dalla ventitreesima edizione di miart, la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea di Milano che apre i battenti giovedì agli addetti ai lavori e venerdì al pubblico pagante. Perché nel panorama delle fiere d’arte italiane, tra la corazzata nazional-popolare Arte Fiera di Bologna e la forse fin troppo raffinata e di tendenza Artissima di Torino, miart ha sempre avuto un andamento altalenante, con edizioni molto interessanti e altre quasi imbarazzanti, strizzando l’occhio di volta in volta al mondo della moda o a quello del design che hanno a Milano i loro templi. Quest’anno le condizioni per il successo ci sono tutte: sono ben 184 le gallerie presenti (c’è più o meno il gotha delle gallerie italiane, anche se in una fiera non sempre la quantità coincide con la qualità) con un aumento del cinque per cento rispetto alla scorsa edizione e di queste quasi un terzo partecipano alla fiera per la prima volta. Sono in aumento le gallerie straniere (spicca tra le altre nell’elenco Gagosian) che arrivano da diciannove paesi e rappresentano il quarantun per cento del totale. Il direttore Alessandro Rabottini che ha raccolto l’eredità di Vincenzo De Bellis ed è alla sua seconda miart, ha confermato la presenza delle sette sezioni che caratterizzano la kermesse e si propongono di far dialogare arte moderna, arte contemporanea e design da collezione: Established Master, Established Contemporary, Emergent, Generations, Decades, OnDemand e Object.  Sarà quindi possibile un viaggio tra le estetiche che hanno caratterizzato il Secolo Breve e quelle del Nuovo Millennio. Il filo rosso tra le varie sezioni è la progettualità delle gallerie che propongono personali di singoli artisti (ad esempio la galleria dello Scudo di Verona propone Afro, Studio Marconi 65 Lucio del Pezzo) in sintonia con le molte mostre, da Teresa Margolles al Pac a Eva Kotatkova alla Hangar Bicocca, solo per citarne due,  proposte dalle varie istituzioni milanesi nel cartellone Art Week che affianca in tutta la città la manifestazione. Due le novità dell’Art Week: l’Art Night no profit spaces, ossia l’apertura serale di spazi d’arte no profit e progettuali, sabato 14 aprile e l’apertura straordinaria di tutte le gallerie milanesi nella giornata  di domenica 15. Fitto come sempre il cartellone dei premi (sono sette come l’anno scorso) e degli sponsor. Il successo di una fiera però non si giudica solo dalla qualità delle proposte ma anche dalla quantità degli affari: la prima potremo giudicarla giovedì alla preview, per la seconda dovremo attendere domenica sera.

miart 2018

April 13th > 15th

Fieramilanocity
Viale Scarampo, Milano – Gate 5

miart@fieramilano.it;

Read more on http://www.miart.it;

Buy tickets here http://www.miart.it/it/content/orari-e-tariffe

Courtesy Press Office
miart.it – @miartmilano