Loading the content...
Navigation
Tag archives for:

pin-up

La Pin-Up è nata in Italia

Text Luciano Lapadula
@iamlucianolapadula

 

Molto tempo prima di Dita Von Teese e Bettie Page in Italia nacque la prima Pin-Up della storia, grazie ai disegni di Gino Boccasile. Trucco appariscente, vitini di vespa, gambe affusolate e caviglie esili velate da collant, tacchi altissimi e abiti alla moda che parevano esplodere su fisici giunonici, anticiparono l’immagine della Loren. Boccasile nacque a Bari nel 1901, si trasferì presto a Milano dove iniziò a disegnare come figurinista. Le vetrine dei negozi che esponevano le sue creazioni erano considerate tra le più glamour, il mondo della moda aveva scoperto un nuovo talento. Iniziò così a esser conteso dalle più note riviste del suo tempo e, dopo la collaborazione con Mondadori e Rizzoli, l’artista autodidatta segnò in modo straordinario la storia del costume attraverso le illustrazioni realizzate per il settimanale Le Grandi Firme.

Dal 1937 sulle copertine della rivista comparvero disegni di ragazze spensierate, dall’aspetto sensuale velato di malizia, che distraevano i lettori dai venti di guerra. L’immagine di donne prorompenti e sexy ritratte in movimento ebbe un immenso successo, e il Trio Lescano dedicò al magazine una canzone divenuta popolarissima (qui sotto il video).

Mussolini inizialmente fu conquistato dalle copertine, rivedeva in quelle ragazze la sua amata Claretta, tuttavia nel 1938 ne vietò la pubblicazione: il conflitto alle porte e quelle illustrazioni trasgressive erano in contrasto con gli ideali del regime. Intanto Hollywood iniziò a proporre le prime Pin-Up in carne e ossa, perché, come diceva Boccasile, la vita va vista dal suo lato più suggestivo: «nulla è più eloquente di un paio di belle gambe».

Images courtesy of Lerario Lapadula Fashion Archive
www.lerariolapadula.it – @fashion.archives.ll