Loading the content...
The Fashionable Lampoon
Tag archives for:

portrait hotel

Portrait Firenze

Text Carlo Mazzoni
@carlomazzoni

 

Una mostra sul viaggio di un calzolaio, che dall’America tornò in Italia, racconta una storia italiana che si chiama Salvatore Ferragamo. Da Piazza Santa Trinità via Tornabuoni corre placida, come fosse una diramazione dell’Arno in pietra chiara. Una cena in pochi alla cantina Antinori, prima che si sposti nell’altra ala del palazzo su via Tornabuoni: di notte è una passeggiata quieta.

La casa di Massimo Listri dietro borgo San Frediano ai più sembrerà una novella di un romanzo mai scritto – Listri cammina a braccetto con l’amico di una vita, confabulando su pezzi d’antiquariato da recuperare in una villa in Versilia. Il giardino dei Torrigiani. Un architetto e un editore – l’appartamento di Cesare custodisce piccoli oggetti, pietre dure e piatti cinesi, una mirabilia di libri e qualche pezzo di Gabriella Crespi. Massimo Giornetti disegna nuove traiettorie, tra Firenze e Hong Kong.

A Prato si va in taxi – o con una car to go – il Museo del Tessuto racconta la storia dell’industria che rappresenta la seconda voce del Pil italiano – la differenza tra le fibre, come queste siano torte e su quale giro – canapa, cotone, lana merino, angora – quelle artificiali e quelle sintetiche. Il valore del Museo del Tessuto ha un punto epico della nostra terra – mentre la mostra sui costumi per il film su Maria Antonietta girato da Sofia Coppola resta solo un pretesto vago.

Al centro di tanto, come un perno di una bilancia che tiene tutto in ordine e in orbita, un albergo lungo l’Arno affaccia sul Ponte Vecchio – il Portrait di Firenze. Volge a oriente, la mattina il sole entra da una vetrata spalancata sulla stanza al terzo piano. Il design di Michele Bonan sintetizza il gusto fiorentino – la capacità di sintesi, tra un genius loci così forte come davvero in nessun altro luogo al mondo, e un respiro che Firenze ha sempre saputo spirare dalla Cina all’Argentina. Il bianco luce tenue con inserti dorati, ben rifilati. I grigi argentati – non sai dire sia per il crepuscolo o per il riflesso dell’acqua del fiume. Nei corridoi, le fotografie di Listri riappaiono come ritornelli di una melodia semi pop.

Il Portrait fa parte della Lungarno Collection, couture di alberghi voluta dalla famiglia Ferragamo per le prossime tappe di un viaggio cominciato con un ritorno. La prossima apertura non è distante, affatto – sarà a Milano, nel cuore del quadrilatero: il Seminario Arcivescovile copre una metratura più ampia di Palazzo Reale, più del Duomo. Per ora, tutto è nascosto alla vista tra corso Venezia, via Sant’Andrea e via Bagutta. Pochi sanno comprendere la rivoluzione che da Firenze scorrerà a Milano, lungarno.

Images courtesy of the hotel