Loading the content...
The Fashionable Lampoon
Tag archives for:

sparkling december

Joseph Kosuth al Metropole di Venezia

Metropol Hotel Venice facade
Diamante Marzotto, Gloria Beggiato
Margherita Ronchi, Matthew Fox
Sparkling December at Metropol Hotel Venice
Sparkling December at Metropol Hotel Venice
Enrico Mazza
Bernardo Braccialini, Carla Braccialini
Sparkling December at Metropol Hotel Venice
Sparkling December at Metropol Hotel Venice
Joanita Green
Matteo Corvino, Cesare Cunaccia
Sparkling December at Metropol Hotel Venice
Sparkling December at Metropol Hotel Venice

Text Cesare Cunaccia
@cesarecuncaccia

Venezia. Fuori c’è un freddo di quelli antichi, implacabile come un sudario che avvolge la Laguna e un silenzio che rimbalza sui canali e nelle calli deserte. In Riva degli Schiavoni, accanto alle scaffalature di restauro con advertising banner che cancellano la Pietà, la chiesa di Vivaldi, la facciata dell’Hotel Metropole è illuminata da fasci di luci nella notte. Dentro, va in scena la festa.

Charity e glamour si fondono per celebrare mezzo secolo di storia dell’albergo veneziano, indirizzo cult per una faglia di aficionados internazionali. L’appuntamento di auguri dello ‘Sparkling December Cocktail & Dinner Party’, quest’anno era a tema tartan scozzese – dress code che molti degli ospiti hanno interpretato fin troppo alla lettera. Dagli Highlander e Braveheart fino al Sean Connery separatista. Ancor più con esiti camp, in un profluvio di kilt transgender tipo Joanna Lumley e Jean-Paul Gaultier in Absolutely Fabolous.

L’evento, come sempre era a sostegno della ‘Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica’, come vuole una tradizione varata dalla proprietaria del Metropole, l’eclettica Gloria Beggiato – pirotecnica la sua mise in total red e piume di urogallo Clan Stuart, completa di berretto sulle ventitré – con l’amica Marta Marzotto. Sabato sera a Venezia mancava solo lei, la Contessa barricadera, per decenni la regina di ogni possibile party, ma anche l’anima di questa associazione che lotta contro una malattia che l’aveva colpita in prima persona, portandole via la figlia Annalisa. Un impegno oggi proseguito dalla sua famiglia, rappresentata da Diamante Marzotto.

In giardino ardeva un simbolico falò, ovunque candele e décor in rosso lacca, bagliori, riflessi e penombre in un incrocio tra un boudoir veneziano, un postribolo vittoriano di sapore orientale e Eyes Wide Shut. Tra gli invitati si muovevano giocolieri, mimi e mangiafuoco, piroettavano ballerini e performer si esibivano su grosse sfere – i costumi, ispirati al brit outrageous punk di Vivienne Westwood, sono stati realizzati dagli studenti del London College of Fashion –, creando un’atmosfera surreale e un po’ misteriosa.

Il party è iniziato con la voce soul e le digressioni jazz della cantante americana Lydia Lyon, per poi proseguire con il crescendo della band Manolo Strimpelli Orchestra, un melting sound che miscela la tradizione Toscana a ritmi balcanici, taranta e pizzica, che contamina musica mariachi messicana e citazioni dai cantautori italiani. Notevole, anche per l’impatto scenografico, il buffet ideato da Luca Veritti, chef stellato del Met, il ristorante dell’albergo, mentre il Maître patissier del Metropole ha dato vita alla favola di Hänsel e Gretel, montando uno scenario fatto di dolci di ogni tipo e fontane di cioccolato.

Tra gli ospiti, l’artista Joseph Kosuth, l’attore Matthew Fox, il direttore d’orchestra John Axelrod. Venise, toujours Venise. Specialmente d’inverno. Marta Marzotto, Schneekönigin che detestava il caldo, lo sapeva bene.

Hotel Metropole Venezia

Riva degli Schiavoni, 4149,

30122 Venezia

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!