Il deposito di un collezionista: Stock Lampoon è un progetto editoriale di The Fashionable Lampoon che presenta l’inventario, in continuo aggiornamento, di un immaginario deposito di un collezionista contemporaneo.

Una rassegna di oggetti che ricorda un antro di mirabilia, aggiornato al tempo attuale e rivolto al futuro – tra grafica, cultura, avanguardia e tecnologia. Si tratta di pezzi che tendono all’unicità, quasi tutti acquistabili tramite introduzioni particolari da parte della casa editrice, raccolti per gallerie di arte o design, negozi, case d’asta, o direttamente in fabbrica o nel retrobottega di un artigiano – fino a includere pezzi delle stagioni delle case internazionali, con un’attenzione verso elementi prodotti per azzardo o anche per gioco.

Stock Lampoon è un progetto sia online, su lampoon.it, dove una pagina è dedicata alla presentazione di questa ricerca producendo link diretti all’acquisto o all’introduzione alla proprietà, sia offline, quando una tantum e in collaborazione con partner di rigore e valore, Stock Lampoon diventa un’esposizione e una mostra rivolta a una potenziale clientela, selezionata e su invito, raccontata e fotografata sulle pagine di The Fashionable Lampoon.

Stock Lampoon prende luogo il 30 di novembre a Milano. Un’edizione in collaborazione con LG SIGNATURE, introducendone la nuova collezione di tecnologie all’avanguardia come protagonista di un ragionamento dedicato al collezionismo di domani. LG SIGNATURE presenta oggetti destinati all’uso quotidiano, innovativi, e che vantano un valore futuristico proprio a una collezione estetica di alto valore.

La giornata del 30 novembre vedrà la composizione e la messa in loco di gran parte dell’inventario in corso di Stock Lampoon, una sessione fotografica che ne racconti la messa in mostra. La sera stessa, al centro dell’esposizione, una tavola ospiterà 100 esponenti della miglior scena culturale di Milano.

A comporre questa edizione di Stock Lampoon, oltre alla collezione tecnologica LG SIGNATURE, saranno esposti pezzi di artisti quali Gabriella Crespi, Ettore Sottsass, Gio Ponti e alcune netsuke dalla galleria di Giuseppe Piva; articoli di design firmati da Flos, Cassina, Fontana Arte, Zanotta, Dedar, Marta Sala per MSE, le ceramiche della Fornace Brioni e di Cristina Celestino, peculiarità dagli archivi di Hermès, Tiffany, Armani – soltanto per citare alcune mirabilia.