Slider

Tratto da The Whispered, Directory of Craftsmanship. A contemporary guide to the Italian handmaking ability (Mondadori Electa, 2010)

È nei primi anni del 1900 che Piero Morseletto fonda la sua “bottega” dove impegna la sua capacità di scultore e imprenditore nel creare una scuola in grado di ricavare ogni forma e lavorazione di ornato dalla pietra dei colli Berici. Pietra che viene utilizzata magistralmente per la realizzazione dei grandiosi giardini Longwood Gardens, in Pennsylvania. Su tale materiale, per anni, sono convogliate le esperienze del laboratorio sino a raggiungere una potenzialità tecnica e produttiva tale da poter affrontare qualsiasi tema architettonico proposto. La ricerca sulle finiture e le tecniche di lavoro tradizionali si sono poi ampliate dalla lavorazione della sola pietra locale a tutti i marmi rari e pregiati tra cui la pietra d’Istria, il marmo Pentelikon, il marmo bianco Lasa. La calce, il cotto e i marmi d’uso antico trovano nuova vita nelle pavimentazioni alla veneziana, e vengono affrontate le tematiche tecnologiche relative a gessi, legno, metalli. Negli anni Sessanta e Settanta il laboratorio Morseletto è impegnato in restauri di altissimo livello su monumenti architettonici quali la Basilica Palladiana e la Loggia del Capitaniato a Vicenza, palazzo Bevilacqua a Verona, i teatri comunali di Bologna, Ravenna, Carpi, Lugo e Faenza. Nello stesso periodo si assiste alla collaborazione con architetti e designers di fama internazionale come Ettore Sottsass, Tobia e Afra Scarpa, Cini Boeri, oltre che con scultori del calibro di de Chirico, Berrocal, Rossello, Roberto Burle Marx, Pietro Porcinai. Con la fine degli anni Ottanta l’impegno del laboratorio con i suoi attuali titolari Barbara, Deborah e Paolo si indirizza verso le grandi opere, che solo la qualità e l’esperienza artigianale proprie delle maestranze, e la grande preparazione del reparto tecnico, consentono di affrontare. Si realizzano così il negozio Bulgari a New York con l’architetto Piero Sartogo, l’allestimento dell’Hotel du Grand Sablon a Bruxelles e dell’Hotel Cappello a Ravenna con l’architetto Evangelisti.


Laboratorio Morseletto

via Dell’Economia, 97

36100 Vicenza