Slider

Tratto da The Whispered, Directory of Craftsmanship. A contemporary guide to the Italian handmaking ability (Mondadori Electa, 2010)

Architetto di interni veneziano, una carriera di attore teatrale e cinematografico iniziata giovanissimo, Matteo Corvino ha intessuto una fervida esperienza internazionale nell’interior design, che ha sviluppato principalmente a Parigi, Roma e New York. Colto, spiccatamente creativo e dotato di un’immaginazione sconfinata, Corvino si è inoltre affermato quale regista e organizzatore di eventi, straordinarie creazioni degne di un demiurgo rinascimentale o barocco, per istituzioni culturali e società private. Per La Fenice, alle Tese dell’Arsenale di Venezia nel 2003, ha concepito e organizzato le sei serate di gala per la riapertura sinfonica del teatro. Nel medesimo solenne spazio ha dato vita a un evento internazionale per l’inaugurazione del nuovo corso di Palazzo Grassi. Fra i suoi eventi più importanti ricordiamo il private party “Millennium”, per il passaggio all’anno 2000, tenutosi al Grand Trianon della Reggia di Versailles. In quell’occasione ha ottenuto eccezionalmente che la residenza borbonica fosse messa a disposizione con l’uso del mobilio originale. Per il Comité Français pour la Sauvegarde de Venise, di nuovo nella Reggia di Versailles, nel 2003, ha invece messo in scena due grandi eventi di fundraising, uno dei quali proprio in favore del Teatro La Fenice. Durante il carnevale di Venezia del 2007, alla Fenice, è stato il curatore del riscoperto Ballo della Cavalchina, in uso presso i teatri d’opera di tutta Europa fra il diciottesimo e il diciannovesimo secolo. Ultime fatiche, il fiabesco giardino secondo impero per il ballo dell’AROP, che per una notte ha trasformato magicamente l’Opéra Garnier di Parigi e la straordinaria mise en scene di due serate per il grande matrimonio Agarwal, sospese tra suggestioni indiane e mood veneziano, alla Scuola della Misericordia e alle Tese dell’Arsenale, oltre al dinner per l’opening della mostra Il mondo vi appartiene, per la Fondation François Pinault alla Fondazione Cini, ancora a Venezia.


Matteo Corvino

Dorsoduro, 2579

30123 Venezia