previous arrow
next arrow
Slider

La proprietà è della famiglia reale – in lease al Taj group (così come tutti gli alberghi del Rajasthan che aprono le stanze delle case dei sovrani). Un libro porta le firme della regina di Danimarca, degli attori e delle personalità che hanno alloggiato al Rambagh Palace – segno di snobismo e di conferma per una città che vuole restare presente sui tragitti mondani del gran mondo. I pavoni vagano per il parco – il rumore delle auto si sopisce oltre i cespugli, mentre i pavoni corrono rincorrendosi, saltando sul ramo di un albero appena provi l’avvicendamento.

La piscina storica interna, come un monumento nazionale non si può toccare in nessun dettaglio – non può neanche esser riscaldata. Nel padiglione del piacere, le aiuole d’acqua, le vasche calde e i padiglioni per i massaggi. Il profumo di gelsomino esce da un olio che brucia sulla candela e si sente in ogni angolo della proprietà. A colazione, la mattina ci sono le brioche al profumo e al sapore di rosa – si mangia sul patio che affaccia dalla facciata principale, il cielo latteo dell’india e la sera il calore del braciere. Il Rambagh è un’architettura estesa: il cortile interno con una scala elicoidale, i giardini all’italiana sui disegni indiani – le stanze hanno decoro possente nel sontuoso, doppie docce nella suite, baldacchino ottocentesco francese impero, tra i colori dell’oro e del cioccolato. Nella libreria del Rambagh Palace, si può reperire un libro di Kanwar Dharmender: la biografia della terza moglie del bisnonno dell’attuale maharaja, la Maharani Gayatri Devi – un libro che racconta la storia indiana attraverso la vita di una principessa.


Taj Rambagh Palace

Bhawani Singh Rd, Rambagh, Jaipur,

Rajasthan 302005, India

Ad Banner3
Ad Banner3