Slider

Tratto da The Whispered, Directory of Craftsmanship. A contemporary guide to the Italian handmaking ability (Mondadori Electa, 2010)

La linea di costumi di Tomaso Musini può essere definita come il risultato di un lavoro svolto con pura passione. «Avevo un vecchio paio di pantaloncini da mare degli anni settanta che apparteneva a mio padre», ricorda «lo amavo così tanto che l’ho indossato fino a quando era troppo consumato per poterlo utilizzare ancora». Insoddisfatto della maggior parte dei costumi da bagno disponibili sul mercato, cominciò a fantasticare, cercando in lungo e in largo e alla fine ne creò uno tutto suo che avrebbe accompagnato il suo grande debutto estivo. Ogni elemento è religiosamente prodotto in Italia, dal tessuto al cordino fino ai bottoni e all’etichetta. «Al giorno d’oggi basta che un solo componente di un prodotto sia fatto qui per far sì che lo stesso sia marchiato made in Italy» sottolinea. L’ethos della collezione di Tomaso è un amalgama di successo di stile contemporaneo, confort e materiali tecnologicamente avanzati – come il tessuto ad asciugatura rapida – con l’elegante lustro ispirato ai costumi da bagno dei tempi passati, nonostante faccia molta attenzione nell’utilizzo del termine retrò per definire le sue creazioni. «Non sto cercando di ricreare qualcosa di datato, qualcosa che le persone hanno già visto prima». Ciò che invece desidera è dare un nuovo respiro a motivi e colori ispirati al passato, senza cadere nella trappola del vintage. Tomaso lavora soltanto con un altro designer per essere sicuro di poter prestare la necessaria attenzione all’intero processo di produzione. Crede soprattutto che il costume da bagno non debba essere standardizzato al punto che «tutti si somigliano sulla spiaggia» e preferisce che le eccentricità e le particolarità dei suoi design alludano implicitamente alla personalità di chi li indossa. Forse il nome Xarifa è l’unico ingrediente che non suona italiano, ma la storia della sua origine certamente lo è: era infatti il nome della barca su cui il nonno viaggiava durante le caldi estati italiane. Il titolo più giusto per questa nuova avventura.


Xarifa