Marta Pierobon_Grotto Hand, 2022, Courtesy Apalazzo Gallery, Brescia
TESTO
CRONACHE
TAG
SFOGLIA
Facebook
WhatsApp
Pinterest
LinkedIn
Email
twitter X

Arte contemporanea in cantina, un percorso al femminile nel Chianti Classico 

Art Of The Treasure Hunt, la quinta edizione della rassegna ideata da Luziah Hennessy: Women In Tuscany – un’installazione di John Giorno introduce opere di artiste internazionali al Castello di Brolio e Fèlsina

Luziah Hennessy a partire dal 2016 ha ideato e prodotto Art Of The Treasure Hunt

Tra gioco, curiosità e rivelazione, la caccia al tesoro si configura come un’operazione di scoperta collettiva. Una dimensione che fa perno sulla relazione tra luoghi ed elementi da ricercare. Le regole sono semplici. Una mappa per orientarsi e scoprire dimensioni uniche. Una ritualità che nella sua essenzialità si rinnova sempre e può essere applicata anche alla scoperta di opere d’arte contemporanee; o meglio: la caccia al tesoro diviene un’arte, un talento nell’individuare quello di artiste e artisti che animano la scena internazionale – emergenti o già affermati. Questa l’intuizione della collezionista Luziah Hennessy la quale, a partire dal 2016, ha ideato e prodotto Art Of The Treasure Hunt. 

Esporre arte contemporanea nelle cantine del Chianti, la prima edizione secondo la curatrice di Art Of The Treasure Hunt Kasia Redzisz

Un percorso che presenta opere di artisti contemporanei in selezionate cantine del Chianti Classico. Come ha affermato la curatrice Kasia Redzisz in occasione della prima edizione del progetto: «si tratta di un viaggio attraverso il Chianti alla ricerca delle sue gemme nascoste. Frutto della collaborazione tra appassionati d’arte e di vino. I partecipanti attraversano questo territorio assaporandone gli aromi, i colori e i profumi. La loro esperienza oscilla tra il vecchio e il nuovo: contemplano l’arte contemporanea all’ombra di antiche cantine, assaporano l’olio nuovo e degustano il vino che invecchia. Fondendo temporalità lontane, Art Of The Treasure Hunt rivela lo spirito del luogo piuttosto che quello del tempo. È un tentativo di distillare l’essenza del genius loci toscano da un ricco bouquet di impressioni»

La contaminazione culturale in Art Of The Treasure Hunt

Un grand tour sinestetico volto a celebrare la cultura artistica contemporanea assieme a quella vinicola – lo stesso colĕre latino lega etimologicamente l’origine del concetto di cultura alla coltivazione della terra, alla sua cura. Meticolosità, impegno e ricerca. Un insieme di attitudini trasversali e condivise tanto dall’artista quanto dal viticoltore, storicamente procedono di pari passo in Toscana tra tradizione e sperimentazione. Un aspetto che Art Of The Treasure Hunt recupera e rende peculiare attraverso l’iter che propone. Il percorso è un pellegrinaggio culturale che permette di maturare uno sguardo nuovo sull’arte di oggi, oltrepassando i luoghi formalmente deputati a presentarla così da offrirla anche agli occhi dei non addetti ai lavori. I contesti sono testimonianza di una scelta meditata al fine di garantire un’uniformità tra le alte percentuali di unicità dei luoghi – come Borgo San Felice o Castello di Ama. Tutte realtà vinicole con un punteggio superiore a 90 secondo la guida americana dell’enologo Robert Parker. 

Women In Tuscany: la quinta edizione di Art Of The Treasure Hunt raccoglie opere di artiste internazionali

Ogni edizione di Art Of The Treasure Hunt è tematica. Negli anni sono stati proposti al pubblico distinti focus attraverso opere di artisti provenienti da tutto il mondo che utilizzano svariati media –  tra cui Anselm Kiefer, Zaha Hadid, Robert Wilson, Henrik Håkansson, Jan Fabre, Jannis Kounellis, Massimo Listri, Michele Spanghero, Not Vital, Olivier Picasso, Pascale-Marthine Tayou, Yan Pei-Ming e Richard Long. Dalle suggestioni dell’aristocratico rituale settecentesco del Grand Tour, passando per una riflessione sull’esistenzialismo, a un invito a oltrepassare le categorizzazioni geografiche che permangono nel sistema dell’arte, Art Of The Treasure Hunt raggiunge la sua quinta edizione. Dedicata alla dimensione femminile dell’arte e intitolata Women In Tuscany, si svolge dal 15 giungo al 15 ottobre 2023 presso due aziende vinicole nella provincia di Siena: Castello di Brolio e Fèlsina. 

Lia D Castro, June Crespo, Diana Fonseca, Jennie Jieun Lee, Jac Leirner, Marta Pierobon, Aidan Salakhova, Kiki Smith e Alexandra Sukhareva

Le artiste selezionate sono l’attivista transgender Lia D Castro, June Crespo, Diana Fonseca, Jennie Jieun Lee, la brasiliana Jac Leirner, Marta Pierobon, Aidan Salakhova, Kiki Smith e Alexandra Sukhareva – quest’ultima era stata scelta per rappresentare la Russia alla Biennale d’Arte di Venezia nel 2022 ma ha ritirato la sua partecipazione a febbraio. 

Un gruppo internazionale che propone l’utilizzo di numerosi media tra cui pittura, ceramica, stampe, arazzi e sculture in marmo di Carrara. Rispetto a queste personalità dell’arte contemporanea, Luziah Hennessy ha affermato: «vi guiderò attraverso i miei spazi d’arte contemporanea e artisti preferiti, facendovi intravedere con i miei occhi un mondo che appartiene ad altri. Queste sono le voci delle donne che ammiro».

Altre opere di Louise Bourgeois, Cristina Iglesias, Roni Horn e Jenny Holzer sono visibili al Castello di Ama. L’opera di Lucy Stein è esposta presso il Castello di Volpaia. 

Villa e Collezione Panza, un patrimonio conservato dal FAI

Per la prima tappa di Art Of The Treasure Hunt è stato scelto di oltrepassare i confini della campagna toscana. L’edizione 2023 è stata inaugurata a Varese presso Villa e Collezione Panza, dove il conte Giuseppe Panza a partire dagli anni Cinquanta iniziò a creare una collezione d’arte del XX secolo, divenuta nel tempo nota in tutto il mondo e oggi parte del patrimonio conservato da FAI. 

Castello di Brolio in Gaiole in Chianti: l’opera monumentale di John Giorno

Il Castello di Brolio, maniero altomedievale in Gaiole in Chianti, è abitato dalla famiglia Ricasoli dal 1141. Una sintesi architettonica che conserva elementi romanici e neogotici, fino alle specificità dell’Ottocento toscano. Rappresenta l’epicentro dell’azienda Ricasoli, la più estesa della zona del Chianti Classico con 1.200 ettari totali, divisi tra vigneti e uliveti.  

L’allestimento nelle stanze del Castello di Brolio in occasione di Art Of The Treasure Hunt è introdotto dalla poesia visiva di John Giorno – icona americana della Beat Generation di origini italiane. Sulle mura esterne alla roccaforte è esposta l’opera monumentale dell’artista che recita su sfondo arcobaleno WE GAVE A PARTY FOR THE GODS AND THE GODS ALL CAME. Già presentata a settembre a Brescia in occasione dell’omonima mostra collettiva presentata da Apalazzo Gallery, adesso è visibile all’interno del percorso ideato da Luziah Hennessy. 

Art Of The Treasure Hunt: passione per l’arte e il collezionismo 

La visione della Sig.ra Hennessy è stata coadiuvata da gallerie e fondazioni che si sono attivate per il prestito delle opere: El Apartamento Gallery (Havana/Madrid), la Galeria Jaqueline Martins di Bruxelles e São Paulo, la newyorkese Martos Gallery, la Galleria Lorcan O’Neill di Roma, la Gallery P420 di Bologna, Galleria Franco Noero e Apalazzo Gallery di Brescia. Per la sua quinta edizione, Art Of The Treasure Hunt è sostenuta anche collezionisti privati tra cui la Collezione Panza, Levett Collection e Syz Collection.

Un dialogo – quest’anno al femminile – con ambienti in cui la tradizione è l’assunto e nasce dal desiderio di sperimentare. D’altronde, sia l’artista che il viticoltore conoscono la processualità, il rischio e la creazione. Se l’arte è una caccia al tesoro, Art Of The Treasure Hunt si configura come una narrazione contemporanea, personale e al tempo stesso collettiva. Un’esperienza tra chi la crea, chi la colleziona e chi la celebra attraverso una geografia delle emozioni, una mappa che guidi alla sua scoperta, alla condivisone con il pubblico.

Art Of The Treasure Hunt – Women In Tuscany al Castello di Brolio e Fèlsina dal 15 giungo al 15 ottobre 2023

Rassegna d’arte contemporanea ideata e organizzata da Luziah Hennessy, Art Of The Treasure Hunt dal 2016 presenta in selezionate cantine del Chianti Classico opere di artiste e artisti internazionali. La quinta edizione – Women In Tuscany – si svolge presso Castello di Brolio e Fèlsina dal 15 giungo al 15 ottobre 2023.

Federico Jonathan Cusin

Installation view, Castello di Brolio, 2023
Installation view, Castello di Brolio, 2023
Marta Pierobon, Creatura Manina, 2021, Courtesy Apalazzo Gallery-Brescia
Marta Pierobon, Creatura Manina, 2021, Courtesy Apalazzo Gallery-Brescia

L’autore non collabora, non lavora né partecipa, non riceve compensi né finanziamenti, da alcuna azienda o organizzazione che possa ricevere vantaggi economici o di sorta dalla pubblicazione di questo articolo.

SFOGLIA
CONDIVIDI
Facebook
LinkedIn
Pinterest
Email
WhatsApp
twitter X

L’ossessione per Prada: quanto durerà ancora?

L’industria della moda rimane ossessionata da Prada: l’identità della borghesia, l’ironia ruvida di una signora che cammina a passi svelti, l’orgoglio di una donna che identifica Milano e i milanesi