Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
TESTO
CRONACHE
TAG
Facebook
WhatsApp
Pinterest
LinkedIn
Email
twitter X

Gabbriette per Lampoon, the Boiling issue

Una dark lady gotica – oggi l’appellativo è ‘Succubus Chic’: Gabbriette, dalle ricette nella cucina di Los Angeles al contratto con l’agenzia IMG Models – Lampoon The Boiling issue, gli scatti di Coni Tarallo

Gabbriette for Lampoon, the Boiling issue: a Succubus Chic

Scorri il tuo feed di Instagram e all’improvviso vedi una ragazza con lunghi capelli scuri, una fisionomia che ricorda vagamente una giovane Angelina Jolie, trucco anni Novanta con sopracciglia sottilissime, outfit total black, braccia tatuate e un talento culinario. Gabriella Leigh Bechtel, meglio nota sui social come Gabbriette, si è fatta conoscere dal grande pubblico soprattutto durante la pandemia con i suoi video tutorial di ricette, preparate nella sua cucina a Los Angeles. Questa bellezza di 26 anni ha conquistato il cuore del pubblico proprio grazie alla sua versatilità.

L’immagine di una dark lady gotica, oggi meglio identificata come ‘Succubus Chic’. Ha firmato un contratto con l’agenzia IMG Models e prestato il suo volto a vari brand: HEAVEN by Marc Jacobs, Miu Miu, Saint Laurent, Prada, Diesel, HM, Rhode, Agent Provocateur, ma anche molte riviste come Purple, Paper Magazine, Highsnobiety, I-D, CR Fashion Book, Vogue.

Gabbriette, dalla band punk rock Nasty Cherry alla moda

Nata nella contea di Orange in una famiglia multietnica (padre tedesco e madre messicana), sono state le diverse influenze della sua famiglia a contribuire alla sua passione per la cucina, mescolando piatti della cucina latina di sua madre con quelli della cultura tedesca di suo padre, un approccio sperimentale che continua a mantenere nelle sue ricette attuali. La cucina non è l’unico interesse di Gabriette; il suo primo amore resta la musica.

È stata cantante della band punk rock Nasty Cherry, scelta personalmente da Charli XCX che l’aveva incontrata durante uno dei suoi video musicali, quando la nostra It-girl era una ballerina per video musicali. Insomma, ha una personalità sfaccettata e poliedrica, che ha contribuito a renderla una delle nuove punte di diamante delle celebrità dei social. Il suo successo, oltre che alla sua particolare bellezza e allo stile goth-sexy-chic, al suo trucco ormai riconoscibile (e molto imitato), è dovuto soprattutto alla sua capacità di raccontare la sua storia da diversi punti di vista, dimostrando di avere successo genuino in molteplici vesti, rimanendo fedele a se stessa.

Gabbriette

Forse sono finiti i giorni in cui bastava scattare una foto con il look giusto e la luce giusta per diventare virali e apprezzati come star dei social; le persone, e gli stessi brand, si affidano sempre di più a persone che prima di tutto sono persone, con una storia da raccontare, veri talenti, qualcosa da dire; personalità prima dei vestiti. Gabbriette è la perfetta rappresentante di questa nuova direzione a metà tra influencer marketing e il sistema delle celebrità, e siamo sicuri che col tempo non smetterà di sorprenderci.

Photography Coni Tarallo, styling Amy Mach

Photography: Coni Tarallo
Styling: Amy Mach
Makeup: Karo Kangas @Forward Artists
Hair: Lauren Palmer-Smith @ForwardArtists
Set design: Jessie Cundiff @Apostrophe Reps
Manicurist: Rachel Messick @Celestine
Executive production: Fox and Leopard
Set Production: Raf Sanchez
Photography assistants: Kurt Lavastida and Ahmad Smith
Styling assistant: Syreena Reyes
Tailoring: Susie Kourinian
Talent Gabbriette
Thanks to IMGmodels, Lalaland Artists

Gabbriette wears bra Heven, pants Isabel Marant, heels Schiaparelli, earrings Mejuri, necklace TheyKnow.Photography Coni Tarallo, styling Amy Mach
Gabbriette wears bra Heven, pants Isabel Marant, heels Schiaparelli, earrings Mejuri, necklace TheyKnow.Photography Coni Tarallo, styling Amy Mach
body suit, pants, bra KNWLS, earrings Mejuri. Photography Coni Tarallo, styling Amy Mach
body suit, pants, bra KNWLS, earrings Mejuri. Photography Coni Tarallo, styling Amy Mach
Top, leggins and sleeves Adeam. Photography Coni Tarallo, styling Amy Mach
Top, leggins and sleeves Adeam. Photography Coni Tarallo, styling Amy Mach

Editorial Team

L’autore non collabora, non lavora né partecipa, non riceve compensi né finanziamenti, da alcuna azienda o organizzazione che possa ricevere vantaggi economici o di sorta dalla pubblicazione di questo articolo.

CONDIVIDI
Facebook
LinkedIn
Pinterest
Email
WhatsApp
twitter X