Facial gym
Illustrazione di Giulia Pintos
Illustrazione di Giulia Pintos

Text Marzia Nicolini
@nicolinimarzia

‘Cynar, contro il logorio della vita moderna’, lo proponeva già nel 1966 Ernesto Calindri nella pubblicità di Campari. La cura dello stress, a distanza di cinquant’anni, richiede forse qualche manovra più complessa di un aperitivo –  beauty routine e skincare.

Ci si orienta di norma verso la qualità del prodotto, ma la semplicità di un massaggio facciale può essere più efficace di un siero infuso di foglie d’oro – le mani sono più curative di un dispositivo di alta tecnologia. Lo sa bene Inge Theron, un tempo beauty editor del Financial Times e oggi imprenditrice alle prese con un nuovo progetto, FaceGym. Struttura da copertina di mensili di design, con sede a Londra e New York, la sua palestra è un luogo per pochi – per chi può permettersi l’iscrizione a corsi di mimica facciale.

Lo yoga liftante e la ginnastica dei muscoli mascellari sostituiscono squat e spinning vari. Gli esercizi si basano su un principio di ridefinizione dell’ovale del viso, scolpiscono gli zigomi, rigenerano i tessuti e ringiovaniscono la pelle. Tra gli appassionati di questa disciplina c’è la neo duchessa di Sussex Meghan Markle,  yoga facciale addicted. I benefici di questa pratica sembrano essere scientificamente validi: lo dimostra il risultato della ricerca della Northwestern University, pubblicata da Mintel Facial Yoga Brings Exercise to Anti-Aging.

Di ritorno dalla palestra per il viso, ci si può concentrare sul prodotto. I brand hanno intunito l’importanza dell’applicazione alla qualità di sieri e creme: Filorga ha creato il siero Lift Designer, munito di roller tensore che ottimizza l’azione dei principi attivi, mentre il massaggiatore ergonomico della Crema Biorivitalizzante Viso di Collistar stimola la pelle all’assorbimento.

Entrano in gioco anche i beauty personal trainer, micro apparecchiature pensate per l’uso domestico – il Foreo Ufo, il Nivea Pure Skin Electrical Cleaninch Brush, che stanno riorientando il mondo beauty verso un asse device oriented.