previous arrow
next arrow
Slider

Dal 16 maggio al 15 luglio, il Museo MARCA di Catanzaro presenta la mostra Come fuoco nella
cenere, che espone opere di Emilio Scanavino curata da Greta Petese e Federico Sardella, in
collaborazione con l’Archivio Scanavino. Oltre venti lavori – realizzati dagli anni Settanta in poi
– sono esposti insieme ad altre opere italiane provenienti da diverse collezioni. Presente l’opera
che dà il titolo alla mostra – Come fuoco nella cenere – esposta per la prima volta nel 1960 nella
sala dedicata all’artista alla Trentesima edizione della Biennale di Venezia.

Coprendo i vent’anni di maturità della carriera di Scanavino, la mostra espone opere come
Alfabeto senza fine, del 1974, e I nostri fiori del 1973. L’artista è ispirato dal fare come necessità e
dalla consapevolezza che il mondo sia colmo di presenze da evocare. Crea così un filo conduttore
tra tutte le opere, raffigurato dall’impotenza dimensionale, dall’evocazione e dalle presenze
visibili. L’esposizione è affiancata da un volume in italiano e in inglese pubblicato da Silvana
Editoriale con saggi di Greta Petese, Federico Sardella e Sara Uboldi, conversazioni, trasposizioni e
immagini inedite.