Text Lampooners

 

Dopo il successo della scorsa edizione, dal 23 al 27 maggio torna la manifestazione dedicata all’architettura e al futuro delle città. Anche questa edizione di Milano Arch Week, che ha come titolo Urbania, uno sguardo sul futuro delle città, è caratterizzata da workshop, installazioni, mostre, performance, ma soprattutto da numerosi talks tenuti da alcune delle firme più prestigiose dell’architettura contemporanea come i quattro premi Pritzker Jacques Herzog (24 maggio ore 18.30, Fondazione Feltrinelli), Kazujo Sejima (24 maggio ore 18.00, Politecnico di Milano), Whang Shu (26 maggio ore 18.00, Triennale di Milano) e Toyo Ito (27 maggio ore 21.00, Triennale di Milano). Urbania, uno sguardo sul futuro delle città si vuole proporre come un momento di riflessione sul futuro delle dinamiche dell’architettura e della complessità urbana contemporanea, che ha luogo presso il Politecnico di Milano, la Triennale di Milano e la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. Da non perdere il calendario di conversazioni che vedranno confrontarsi due personalità di spicco del mondo dell’architettura e del design: Jacques Herzog e Stefano Boeri (24 maggio ore 20.00, Fondazione Feltrinelli), Francesco Librizzi e Cino Zucchi (26 maggio ore 17.00, Triennale), David Adjaye e Stefano Boeri (27 maggio ore 21.00, Triennale), Paola Antonelli e Joseph Grima (27 maggio ore 19.00, Triennale), Alessandro Mendini e Michele De Lucchi in occasione dei 90 anni di Domus (26 maggio ore 14.00, Triennale).

 

milanoarchweek.eu

Courtesy Press Office

living.corriere.it – @livingcorriere