Slider

Con la cerimonia di premiazione avvenuta ieri sera si è conclusa la ventiquattresima edizione del Milano Film Festival, da oltre vent’anni il principale evento di cinema indipendente in città. Le proiezioni sono state l’occasione per dare nuovi punti di vista sui luoghi che spesso fanno già parte delle nostre vite. Quest’anno per la prima volta Milano Film Festival si apre al mondo Industry, proponendosi come HUB internazionale dei professionisti della filiera audiovisiva, attraverso un evento parallelo in cui sono stati coinvolti i professionisti del settore locale e internazionale in una serie di esperienze, convegni e workshop. L’obiettivo è stato quello di continuare a fare rete e garantire visibilità a un settore in costante crescita.

Ieri giovedì 10 ottobre alle 20 presso The Space – Cinema Odeon si è tenuta la cerimonia di premiazione presieduta dalla giuria composta da Margherita Buy, Hannah Woodhead, Maurizio Braucci. 

Il Premio Internazionale Miglior Lungometraggio è andato a The Sharks di Lucía Garibaldi. ‘Un film che esplora con coraggio e originalità il tema del risentimento, declinandolo in una psicologia femminile e inserendolo quindi in un conflitto di genere. Una drammaturgia semplice ma potente che offre al pubblico un’ analisi del mutevole rapporto tra femminile e maschile‘.

Il Premio Internazionale Miglior Lungometraggio – Menzione speciale è per Swallow di Carlo Mirabella-Davis e Koko-di Koko-da di Johannes Nyholm.

Il Premio Campari Miglior Cortometraggio è per Adalamadrina di Carlota Oms, premiato dalla redazione della piattaforma Nowness, giuria Concorso Internazionale Cortometraggi. 

Il Premio Campari Miglior Cortometraggio – Menzione Speciale è andato a All on a Mardi Gras Day di Michal Pietrzyk.

Premio Campari Miglior Cortometraggio – Menzione Speciale a Pearl di Yuchao Feng.

Il Premio N.A.E. alla Miglior Attrice è stato assegnato dalla giuria a Romina Betancur, protagonista di The Sharks Per l’espressività, un’interpretazione intensa e naturale, e per la capacità di comunicare un ampio spettro di emozioni con una recitazione minimalista.’

Il Premio Aprile a Guerilla di György Mór Kárpáti, assegnato dal comitato di selezione di MFF.

Il Premio del Pubblico – Miglior Lungometraggio Internazionale è stato assegnato a A Certain Kind of Silence di Michael Hogenauer.

Il Premio del Pubblico – Miglior Cortometraggio Internazionale è stato assegnato Mia Sorella di Saverio Cappiello e infine il Premio dello Staff MFF – Miglior Cortometraggio Internazionale è stato assegnato a Your Last Day on Earth di Marc Martínez Jordán.


Milano Film Festival