Cerca
Close this search box.
  • EDITORIAL TEAM
    STOCKLIST
    NEWSLETTER

    FAQ
    Q&A
    LAVORA CON NOI

    CONTATTI
    INFORMAZIONI LEGALI – PRIVACY POLICY 

    lampoon magazine dot com

Una scena da Fast and Furious, 2001
TESTO
CRONACHE
TAG
Facebook
WhatsApp
Pinterest
LinkedIn
Email
twitter X

MBEB – l’identikit del Maschio Bianco Etero Basic: uno spaccato italiota

Non ci sono espressioni corrispettive nella cultura occidentale – il neologismo MBEB è un orgoglio italiano: chi è e come si comporta il Maschio Bianco Etero Basic dello stivale? 

Cosa significa MBEB? Definizione di MBEB: acronimo di Maschio Bianco Etero Basic

MBEB è acronimo di Maschio Bianco Etero Basic. Il termine descrive un uomo appartenente a una categoria di persone considerate tradizionalmente privilegiate e conformi a stereotipi culturali. L’ultima voce dell’acronimo – basic – ne vuole indicare la mancanza di originalità o individualità, associata a gusti, interessi e comportamenti stereotipati o convenzionali.

Il MBEB ritiene di possedere una conoscenza connaturata della mappa stradale. Non usa il navigatore – roba da femmine imbranate e da checche. Migliaia di anni di caccia ed evoluzione per sapersi orientare nelle autostrade del mondo. Se dovesse avere dei dubbi lungo l’itinerario, utilizzerà la segnaletica verticale. 

Se si cercano espressioni corrispettive nella cultura occidentale, si rimarrà delusi. Negli Stati Uniti si parla di White Anglo-Saxon Protestants – WASP – per descrivere gli americani bianchi protestanti che fanno parte della cultura dominante. I WASP hanno dominato la società, la cultura e la politica americana per la maggior parte della storia degli Stati Uniti. Il termine ha iniziato a diffondersi già nel Diciassettesimo secolo, al tempo in cui il territorio degli Stati Uniti era una colonia inglese, e con WASP si intendevano i discendenti degli emigrati provenienti dalla Gran Bretagna, specialmente dall’Inghilterra e dalla Scozia, di religione protestante di tipo presbiteriano, congregazionalista ed episcopale anglicano. Un concetto dalla lunga tradizione, associato alla sfera della razza e della religione, che non cattura l’intera gamma di caratteristiche dell’italico MBEB. 

Una definizione del MBEB attraverso le sue caratteristiche: quali sono gli atteggiamenti e gli interessi di un Maschio Bianco Etero Basic?

Il MBEB – Maschio Bianco Etero Basic – ama le automobili. Impara a memoria le targhe di amici e parenti. Tramite lettere e numeri, è in grado di risalire all’anno di immatricolazione del veicolo. Meno di 2000 di cilindrata e 150 cavalli sei uno sfigato. I cerchi in lega, da 18. Nella maggior parte dei casi possiede una BMW berlina, dalla serie 3 in su. Se giovane, una serie 1. L’utilitaria la utilizza la moglie, per i giri in città. Se la moglie è pretenziosa, le sarà affidato un SUV compatto. Il MBEB È contrario all’elettrico e a favore della benzina – perché la macchina è più scattante. Il diesel? Andrà bene per chi di lavoro fa il rappresentante e deve percorrere chilometri lungo lo stivale. 

Prima delle automobili, c’è il calcio. Il calcio segna la sua appartenenza alla comunità MBEB. Anche laddove faccia fatica a sbarcare il lunario, paga il suo abbonamento alla pay tv per vedere Udinese-Sampdoria il martedì sera. Al Maschio Bianco Etero Basic non interessa che la domenica faccia bel tempo: nessuna attività (gite all’aperto, musei, teatro) è preferibile a vedere la partita, dal divano o allo stadio munito di sciarpetta. Scommette al fantacalcio: disponendo di 500 fantasoldi, ne spenderà 200 per Vlahovic e 300 per Lautaro. Se costretto dalla fidanzata/moglie a uscire fuori a cena quando c’è la partita, il Maschio Bianco Etero Basic sceglierà il ristorante in base alla presenza del televisore. In alternativa, in barba a ogni etichetta, estrarrà il suo smartphone – probabilmente Android – e lo adagerà in orizzontale contro la bottiglia di Tvllia per lo streaming. 

Il Maschio Bianco Etero Basic non ama i centri commerciali – e su questo ci troviamo d’accordo. 

Il MBEB ha argomenti interessanti solo per i suoi simili

Il Maschio Bianco Etero Basic parla di palestra come se fosse un vero argomento, è ossessionato dalle proteine. Non ha bisogno della donna se non per soddisfare i bisogni sessuali, che è divertente solo se ti trova fisicamente attraente. Millanta di saper fare la carbonara. Finto cinefilo, ascolta ‘quello che c’è in radio’. Va pazzo per i thriller e polizieschi americani. Momenti di massimo godimento: i combattimenti corpo a corpo e gli inseguimenti in auto alla Fast and Furious.

C’è da dire che il maschio bianco etero basic è utile in casa. Non mancherà di far trovare una presa schuko per ciascun membro della sua famiglia tradizionale, composta da un padre, una madre e figli di parto. Sa aprire i barattoli di conserve e riporli negli scaffali più alti. Qualche nozione base di idraulica e di carpenteria gli consentirà di risparmiare sui lavoretti in casa. Si orienta tra gli scaffali di Bricofer, e non ha bisogno di aiuto da parte del personale per trovare la brugola della giusta dimensione. 

Il maschio bianco etero basic non è incline all’utilizzo di creme – praticare skincare minerebbe la sua mascolinità. Per lavarsi va bene il doccia shampoo Badedas. Ha adottato una visione materialistico meccanicistica della vita: è ateo, ma conservatore di ispirazione cattolica.

Il Maschio Bianco Etero Basic è orgogliosamente cisgender – diversità e fluidità sono di un altro mondo

Il maschio Bianco etero basic si riconosce Cisgender – ammesso che abbia avuto lo scrupolo di consultare il dizionario degli orientamenti sessuali e dei generi. Cisgender è una persona la cui identità di genere corrisponde al sesso assegnatogli alla nascita. Antonimo di transgender. Coniato nel 1994, il termine Cisgender è entrato nei dizionari a partire dal 2015 come risultato dei cambiamenti nel discorso sociale sul genere. Il prefisso di derivazione latina cis- significa ‘da questa parte’, che è l’opposto di trans-, che significa ‘di fronte’ o. ‘dall’altra parte’. 

Il MBEB non ha dubbi circa la sua appartenenza di genere. È un maschio alfa, uomo al cento per cento. Il suo culto è per la vagina. È legittimamente attratto dall’altro sesso, ma quanti abbiano un altro orientamento, sono dei curiosi casi umani. La fluidità appartiene solo alla fisica. Minoranze appartenenti a un mondo che non è mai entrato in contatto con lui. Il maschio Bianco etero basic esclude a priori che la sua progenie possa avere delle devianze dalla norma. Ciò non significa che sia per forza omofobo. Potrebbe avere molti amici gay e non avere nulla contro di loro. Ci fa la grazia di accettare e tollerare chi è diverso. 

Paga il conto al ristorante e apre la portiera: forse presso le donne bianche etero basiche il MBEB può riscuotere successo, per la sua mascolinità. Alle altre donne, un prolungato contatto con il maschio bianco etero basic può causare secchezza vaginale.

Dal Maschio Bianco Etero Basic all’estremizzazione della mascolinità tossica

Volendo estremizzare la figura del maschio bianco etero basic, si potrebbe entra nella dimensione della mascolinità tossica. Il concetto è utilizzato nelle discussioni accademiche e mediatiche per riferirsi a quegli aspetti della mascolinità egemonica che sono socialmente distruttivi, come la misoginia, l’omofobia e il dominio violento. Tratti considerati tossici perché promuovono la violenza, compresa quella sessuale e domestica. Le discussioni degli anni 2010 hanno usato il termine per riferirsi alle norme tradizionali e stereotipate di mascolinità e virilità. Secondo il sociologo Michael Flood, queste includono le aspettative che i ragazzi e gli uomini debbano essere attivi, aggressivi, duri, audaci e dominanti.

Chi sono i maschi bianchi etero basic della televisione italiana?

Se la prima donna premier italiana è di destra, il primo ex-first gentleman italiano era un Maschio Bianco Etero Basic. Non c’era bisogno dei fuori onda di Antonio Ricci per rivelare la basicità di Andrea Giambruno. Dai suoi interventi sessisti nello studio televisivo: Posso toccarmi il pacco mentre vi parlo? Tu sei fidanzata? Sei aperturista? Come ti chiami? Ci siamo già conosciuti? Dove ti ho già vista? Ero ubriaco? Il Maschio Bianco Etero Basic assume una posizione di potere sul posto di lavoro, concepisce la donna solo nel suo ruolo di segretaria – con la quale flirtare, se merita

Il prossimo Maschio Bianco Etero Basic che apparirà in televisione è Amadeus, per il suo ultimo Sanremo. Alla quarta edizione consecutiva forse regalerà i fori anche agli uomini senza battere ciglio. Tutte le donne che scendono le scale dell’Ariston sono Bellissime. Tutti gli uomini sono spalle per gag con cui fare cameratismo. Giovanna Civitillo assiste con orgoglio dal palco – Amadeus lavora ma trova il tempo anche per stare con il figlio e fare il mammo.

Altri maschi bianchi etero basici della tv degni di nota. Raoul Bova ospite di Francesca Fagnani a Belve: noia siderale del maschio basico in scena: evita di creare situazioni che possono diventare ambigue, si definisce un leone – calmo e tranquillo, bisogna stare attenti a non invadere il suo territorio –, il suo film preferito è Rocky. Un Mascio Bianco Etero Basic che non crede di esserlo: Luca Bizzarri – ogni volta che interviene si rivolge a un gruppo di uomini uguali a lui. Fabio Volo glorifica le donne solo nelle loro qualità estetiche. Memo Remigi, che non è giustificabile nemmeno per l’anagrafica, ha palpato il sedere di Jessica Morlacchi in diretta tv.

Matteo Mammoli

L’autore non collabora, non lavora né partecipa, non riceve compensi né finanziamenti, da alcuna azienda o organizzazione che possa ricevere vantaggi economici o di sorta dalla pubblicazione di questo articolo.

CONDIVIDI
Facebook
LinkedIn
Pinterest
Email
WhatsApp
twitter X